Meditazione

Ritiro di silenzio, Casa Gesù Maestro, Thiene (VI): 1-3 febbraio 2019 

Ormai le evidenze parlano chiaro: il silenzio fa bene al cervello e migliora la salute fisica e psichica. Una piccola dose giornaliera fa effetto solo dopo tre settimane. Con un ritiro di silenzio intensivo si fanno passi più significativi.

Questo weekend invita a lasciare andare lo stress e le frenesie del quotidiano e a calarsi profondamente nel silenzio. Durante questo periodo si impara cosa significa entrare in contatto profondo col silenzio, e si sperimenta come esso può aprire ad una maggiore conoscenza di se e a una nuova chiarezza. Il ritiro non segue nessuna tradizione religiosa, si praticano vari esercizi di meditazione e vengono proposti alcuni insegnamenti. Siamo ospiti in un piccolo monastero di un gruppo di suore, le Pie Discepole del Divin Maestro. I partecipanti sono alloggiati nella foresteria,circondata da un bel parco, in camere singole con bagno privato. C’è una piccola cucina dove tè e frutta saranno sempre disponibili. Qui c’è anche un frigorifero di cui si può usufruire. Nella casa principale, la nobile Villa Rospigliosi, vengono serviti i pasti, molti dei quali preparati con prodotti dell’orto. Si osserverà il silenzio anche durante i pasti  [..]

Qui pdf completo

Art In Mindfulness

Una volta al mese, con gli incontri Art In Mindfulness, la pratica della consapevolezza si fonde alla pratica di un’ arte (teatro, danza, musica, manipolazione dell’argilla, disegno, pittura) per entrare in contatto più profondamente e consapevolmente con ogni aspetto del nostro essere.

Incontri nei quali potremo sperimentare tutte le forme della nostra creatività e svelarne di nuove, per  (ri)scoprire il nostro lato ludico, la nostra “mente del principiante”, e portare nella quotidianità la freschezza e l’apertura che queste esperienze ci daranno.

 

Prossimo appuntamento Art In Mindfulness 19 e 26 Novembre (2018)

«Occhio, mente mindfulness».   Mindfulness e arte. 

In questo percorso proveremo a capire come accrescere la nostra capacità di attenzione e concentrazione attraverso l’osservazione di immagini e figure dell’arte di tutti i tempi, imparando ad appropriarci di un linguaggio intuitivo, in modo semplice e con consapevolezza.

Insegnanti

Claudia Di Manna: insengante mindfulness  insegnante qualificato dal Center for Mindfulness in Medicine, Health Care and Society UMass, attuando la sua formazione di insegnante MBSR con il CFM (Center for Mindfulness in Medicine, Health Care, and Society, University of Massachuseths) e Motus Mundi.

Eduardo Mignone: architetto, prof. di storia dell’arte e disegno.

 

Prossimo appuntamento Art In Mindfulness 26 Febbraio

«IMPROve wellbeing».   Mindfulness e Improvvisazione teatrale. 

“Mentre il gioco può essere naturale per i bambini, quando cresciamo, spesso perdiamo la capacità godere pienamente del momento presente e perdiamo la nostra fiducia nel fatto che va bene giocare. Ci arrendiamo alle richieste di essere adolescenti o adulti per avvolgere il nostro ego e incastrarlo nelle responsabilità. Non ci concediamo l’opportunità di giocare”.

“È sempre una sfida portare tutti noi stessi nel presente. Attraverso la la mindfulness veniamo a notare la nostra esitazione e la nostra resistenza. Ci vuole impegno per essere nel presente e non avere imbarazzo o paura di noi stessi. Unendo la  mindfulness e l’improvvisazione teatrale, invitiamo un po ‘più di noi stessi ad uscire fuori delle nostre consuete zone di comfort o stra

tegie. come mi sento in questo momento? Se non sono presente dove sono? Ho paura? come sento questa esitazione e questa resistenza? Quanto posso stare nel presente con il mio stato mentale ed emotivo?”.

tratto da: Mindfulness and Improv: A Conversation with Steve Clorfeine

Insegnanti

Claudia Di Manna: insengante mindfulness  insegnante qualificato dal Center for Mindfulness in Medicine, Health Care and Society UMass, attuando la sua formazione di insegnante MBSR il CFM Center for Mindfulness in Medicine, Health Care, and Society, University of Massachuseths

Massimo Magaldi: formatore della scuola di improvvisazione teatrale Coffee Brecht.

 

"la vita è piacevole. La morta è pacifica. E'la transizione che crea problemi" Isaac Asimov  “la vita è piacevole. La morta è pacifica. E’la transizione che crea problemi” Isaac Asimov

Prossimo appuntamento Art In Mindfulness 13 Ottobre«In Itinere».   Mindfulness e Improvvisazione teatrale.

La pratica della consapevolezza si fonde alla pratica dell’ arte dell’improvvisazione teatrale per entrare in contatto più profondamente con le trasformazioni del nostro essere e dei nostri luoghi. Settembre è un mese particolare per molti aspetti, spesso un mese di transizione…transizioni importanti che spesso avvengono freneticamente e automaticamente. Questo laboratorio invita i partecipanti a sostare con gentilezza in questa fase di “transizione” per scelte più consapevoli e rallentare l’accelerazione tipica delle nostre menti in questo periodo!!!!

Insegnanti

Claudia Di Manna: insengante mindfulness  insegnante qualificato dal Center for Mindfulness in Medicine, Health Care and Society UMass, attuando la sua formazione di insegnante MBSR il CFM Center for Mindfulness in Medicine, Health Care, and Society, University of Massachusetha

Martina DI Leva: formatrice della scuola di improvvisazione teatrale Coffee Brecht.

Art In Mindfulness 13Giugno«ImprovvisaMente». La giusta distanza.  Mindfulness e Improvvisazione teatrale.

per info e prenotazioni: info@inmindfulness.it / cell: 3286147777 – 3496233527

La giusta distanza per osservare l’insieme e il dettaglio di questa esperienza.

La giusta distanza per vivere e lasciar scorrere questa emozione

La giusta distanza da questo ricordo, da questa persona, da questi sguardi, da queste parole.

La giusta distanza dal mio passato e dal futuro.

La giusta distanza per me e per noi stasera.

L’Improvvisazione teatrale è una forma di teatro dove gli attori non seguono un copione definito, ma inventano il testo improvvisando estemporaneamente. Questa tecnica comporta un grado di interazione con il pubblico commisurato alla perizia tecnica degli attori.

Caratteristiche fondamentali dell’improvvisazione teatrale dei gruppi d’avanguardia novecenteschi sono il lavoro di gruppo, la comunicatività, la creatività e la capacità di correre dei rischi, poiché gli attori non hanno neppure la conoscenza di cosa faranno i loro compagni in scena. Importante è anche la rapidità nel prendere decisioni, e l’adattamento alle situazioni impreviste che si possono verificare durante gli spettacoli. Tutte queste cose sono sostenute da una lunga e per niente “spontanea” vasta conoscenza dei testi.

 

Nell’ambito del teatro di improvvisazione, è comunemente accettata una distinzione in “short form” e “long form“, termini che indicano semplicemente la durata delle improvvisazioni stesse.

Uno spettacolo di “short forms” è fondamentalmente un contenitore all’interno del quale vengono create una serie di scene eterogenee per quanto riguarda temi e stili di recitazione, e di durata variabile da uno a quindici minuti circa. Si ricordano in particolare il match di improvvisazione teatrale, il theatersports e l’imprò: i tre spettacoli più noti nell’ambito di questa disciplina. Il primo più diffuso nei paesi francofoni, il secondo nel mondo anglosassone e il terzo è  un’esclusiva italiana. 

Nella “long form” lo spettacolo è composto da una singola improvvisazione. La messa in scena rappresenta una o più scene/situazioni, queste ultime di solito legate fra loro da un tema comune.

Invia

 

 

 

 

 

 

Didattica_Mente

“Quando natura e società vivranno nell’aula scolastica, quando le forme e gli strumenti della didattica saranno subordinati alla sostanza dell’esperienza, allora sarà possibile operare questa identificazione, e la cultura diventerà la parola d’ordine della democrazia” (J.Dewey).

FINALITA’

L’associazione vuole promuovere l’utilizzo della mindfulness come strumento di crescita personale ed offrire un nuovo approccio allo studio. L’obiettivo è quello di accompagnare bambini, adolescenti e genitori ad una piena consapevolezza delle proprie e altrui emozioni e pensieri, ponendo attenzione al momento presente, in modo intenzionale e in maniera non giudicante.

Attraverso la pratica della mindfulness si vuole educare ad uno sviluppo integrato capace di:

• migliorare la capacità attentiva,
• aumentare la capacità di concentrazione e di ascolto
• accrescere la capacità di apprendimento
• sviluppare l’autoconsapevolezza emotiva
• gestire l’impulsività
• sviluppare attitudini positive

L’associazione desidera diffondere una “modalità di essere”, utile e utilizzabile nei diversi ambiti di vita quotidiana.

RIPETIZIONI SCOLASTICHE di gruppo e/o individuali

Gli “studenti meditanti” sono risultati essere migliori nelle prove di accuratezza verbale, nella capacità di concentrazione, nei compiti legati alla memoria di lavoro e nella gestione delle emozioni nelle prestazioni. Già nel 1994 un gruppo di neuro scienziati con a capo il dott. Newberg ha osservato un effetto diretto su: memoria, apprendimento, senso di fatica e rilassatezza. Tutto ciò dipende dall’inibizione di un neurotrasmettitore il GABA. Questo acido gamma-amminobutirrico è in grado di svolgere una funzione inibitrice del Sistema Nervoso Centrale; la meditazione ne diminuisce la presenza e l’azione con un incremento delle prestazioni e della sensazione di benessere della persona.

Oltre un utilizzo “tecnico” della meditazione, i docenti dell’associazone mirano ad un insegnamento che promuova fiducia, cooperazione e motivazione allo studio; una crescita consapevole che miri al valore di ciò che si apprende e non alla competizione.

 

INIZIATIVE PER I PIU’ PICCOLI

Attraverso il gioco i piccoli saranno guidati a diventare consapevoli delle loro emozioni, dei loro pensieri e del loro corpo. I laboratori saranno strutturati in modo da educarli ad applicare quotidianamente ciò che si apprende anche a scuola divertendosi, per aiutarli a costruire un futuro sereno, equilibrato, fiducioso e sano.

Alcuni dei nostri laboratori didattici/creativi:

Le emozioni 

Laboratorio mirato a far conoscere e riconoscere le emozioni. I bambini diverranno consapevoli di ciò che provano, saranno capaci di accettare e gestire le proprie emozioni.

Sviluppiamo i nostri sensi

Laboratorio finalizzato a far vivere le esperienze nella piena consapevolezza dei sensi. Arricchimento dell’esperienza e pienezza del momento saranno i principali obiettivi.

CreiAmo

I bambini saranno sollecitati a sviluppare e liberare la propria creatività attraverso improvvisazioni teatrale, attività manuali ed inventiva narrativa.

 

PERCORSI DIDATTICI PER ADOLESCENTI

Gli adolescenti, attraverso percorsi didattici mirati, saranno accompagnati ad acquisire le giuste competenze per:

gestire le proprie emozioni
esporre/parlare in pubblico
costruire relazioni sane
acquisire metodi di apprendimento
memorizzare in modo veloce
conoscere e amare il proprio corpo

INCONTRI PER GENITORI

Gli incontri saranno organizzati al fine di poter facilitare i genitori, attraverso gli insegnamenti della mindfulness, ad una genitorialità consapevole e a un migliore supporto dei propri figli nello studio e alla gestione relazione scuola-famiglia.

Invia

La mia esperienza con la meditazione Vipassana


Racconti di un praticante di meditazione Vipassana.

vipassana-italia

L’approccio Vipassana con lo strumento della meditazione sta cambiando la mia vita, sta modificando radicalmente il mio comportamento e il mio vissuto nel mondo. ” Conosci te stesso! conosci te stesso!” hanno sempre ripetuto i saggi e i santi di ogni tempo. Qual’è la via? ..mi sono sempre interrogato in una ricerca attenta e continua. La Vipassana è per mia esperienza diretta “una via”, ed ho un grande desiderio di raccontare e condividere questo “incontro”, che può arrivare nella vita di ognuno di noi e  darle un senso nuovo, uno scopo sconosciuto.
Il racconto e la condivisione dell’esperienza personale di un praticante assiduo e costante.
Questo non è un insegnamento! per i quale si rimanda alle strutture adeguate.

“Vedere le cose in profondità, esattamente così come sono”

questo è il significato di Vipassana, tradotto nella lingua Pali.
Scoperta e insegnata da Gautama Siddhārtha nell’India di 2500 anni fa, la meditazione vipassana é un modo per cambiare come viviamo il mondo attraverso l’osservazione di sé stessi con gli strumenti della consapevolezza, della saggezza e dell’equanimità. E’ basata su una visione olistica dell’individuo. Indaga la profonda interazione tra mente e corpo, di cui può esserne fatta esperienza diretta attraverso la pratica intensa della consapevolezza delle sensazioni fisiche e la comprensione perfetta della loro natura impermalente. Le sensazioni danno forma alla vita del corpo e, continuamente dialogano e condizionano la vita della mente. Il sentiero insegna alla mente profonda l’equanimità per le sensazioni che lentamente prende il posto della reazione non consapevole, svelando un meccanismo prezioso che, compreso propriamente, nel tempo dissolve le impurità mentali. Il risultato è una mente bilanciata piena di amore e compassione.
La vipassana non è mai un insegnamento settario. La vipassana conduce al sentiero, tecnico, teorico e pratico, detto “il Dhamma”, ovvero la via di liberazione, che è universale.

Che cos’é Vipassana intervista a S.N.Goenka:
https://www.youtube.com/watch?v=F3pLmKvLjqA

Per informazioni:

Gli incontri avranno luogo ogni lunedì primo del mese, dalle 20.00, alle 22, a partire dal 2 ottobre presso:
Il Pettirosso, c.so V. Emanuele, 122, Parco Lamaro, Napoli,
chiamare al: 3381609968

Giornata di meditazione della consapevolezza!

Domenica 19 Marzo, a san Giorgio, in una splendida villa vesuviana (Villa Tufarelli), dalle 9.30 alle 17, ci sarà, una giornata di pratica di consapevolezza, cosí come è prevista nel protocollo Mindfulness Based Stress Reduction (con meditazioni, stretching, letture e condivisioni).

villa tufarelli 1villa tufarelli 2

 

Tale esperienza offre la possibilità di immergersi maggiormente nella pratica della meditazione grazie ad una significativa interruzione dalla quotidianità abituale, garantita dal susseguirsi di differenti pratiche meditative e dal silenzio che verrà rispettato per tutto il
giorno

Oltre che materassini e cuscini, chi lo desidera può portare qualcosa da condividere durant
e il pasto silenzioso.
villa tufarelli

La giornata è aperta a chiunque abbia già esperienza di mindfulness e/o meditazione o ha già seguito un gruppo MBSR e desidera ripetere l’esperienza.

E’ consigliabile un abbigliamento comodo (magari con diverse possibilità per possibili cambi di temperatura).

Al solito per la partecipazione è richiesta la prenotazione al 0816582574 (dal lun al ven dalle 15.00 alle 19.00), cel 3286147777, oppure tramite email all’indirizzo info@inmindfulness.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

10 consigli del Buddha per una vita più serena: 

1. “Una brocca si riempie goccia a goccia”

Ogni cambiamento, ogni traguardo e ogni piccolo successo non si raggiungono dall’oggi al domani. Sono necessari impegno, dedizione, costanza e pazienza.

2. “Ciò che siamo è il risultato di ciò che pensiamo”Mindfulness Italia

Buddha a questo riguardo ha anche aggiunto: “La mente è tutto”.  I “giusti” pensieri sono ciò che creano la nostra esistenza. I tuoi pensieri determinano le tue azioni; le tue azioni determinano il corso della tua vita.

3. “Trattenere la rabbia e il rancore è come tenere in mano un carbone ardente con l’intento di getterlo a qualcun altro: sei tu quello che viene bruciato”

Imparare a perdonare è il dono più grande che puoi fare a te stesso. Trattenere odio e rancore non porta alcun beneficio né a te né a coloro che ti sono vicino. La libertà passa attraverso il perdono.

4. “Per quante buone parole potrai leggere e pronunciare, quale bene ti arrecheranno se non le metterai in pratica?”

Parlare è facile, non è vero? Sono le azioni quelle che contano. Per crescere è necessario agire, impegnarsi, vivere in pieno la propria esistenza coerentemente con i propri valori e i propri princìpi.

5. “Nel momento in cui proviamo della rabbia, abbiamo già smesso di lottare per la verità e abbiamo iniziato a lottare soltanto per noi stessi”

Cerca sempre di comprendere gli altri, prima di pretendere di essere capito. Facile a dirsi, ma complicato da realizzare. In ogni occasione, sforzati sempre di ascoltare e di osservare la realtà dalla prospettiva altrui. Preoccupati di essere felice, non di avere ragione.

6. “E’ meglio conquistare te stesso piuttosto che vincere mille battaglie”

Per conquistare te stesso devi assumere consapevolezza dei tuoi pensieri. Allontana i pensieri che si contrappongono al modo in cui vuoi realizzare la tua vita. Allontana i pensieri che si contrappongono alla realizzazione dei tuoi sogni.

7. “La pace viene da dentro. Non cercarla di fuori”

Non cercare all’esterno la pace e l’armonia che puoi trovare soltanto dentro di te. La pace interiore non giunge da un nuovo lavoro, da un’auto nuova o da un vestito firmato… la pace interiore è una nuova prospettiva e la nuova prospettiva inizia con te.

8. “Cerchiamo di essere riconoscenti”

C’è sempre qualcosa di cui essere grati. Non essere così pessimista se ogni tanto le cose non vanno come vorresti. Sii sempre riconoscente per gli affetti e le persone che già hai vicino a te. Un cuore grato ti rende felice.

9. “L’unico vero fallimento nella vita è non agire in coerenza con i propri valori”

Sappiamo molte cose, ma non sempre facciamo ciò che sappiamo. Non limitarti a consumare informazioni, ma cerca di riflettere autonomamente su ciò che accade intorno a te e agisci sempre in base ai tuoi valori, non in base a ciò che sembra più popolare.

10. “E’ meglio viaggiare bene piuttosto che arrivare”

La meraviglia della vita è il viaggio, non la conclusione. Non dobbiamo arrivare da nessuna parte, siamo già nel pieno della vita. Non rimandare la tua felicità a un momento successivo, quando forse raggiungerei degli obiettivi. Cerca la felicità nell’oggi, e goditi il viaggio.

Seminario Intensivo di Mindfulness: Vivere Momento per Momento

Vivere Momento per Momento, è il modo per vivere nel presente ed è il fine delle pratiche di mindfulness. Questa qualità del vivere permette di poter abbracciare ogni momento e ogni esperienza che incontriamo in tutte le sue possibili manifestazioni, così come sorgono, trovando in noi lo spazio per accoglierle in modo nuovo, più intimo e profondo. Mindfulness è un termine inglese che in questo contesto significa “consapevolezza, coltivata attraverso il prestare attenzione al momento presente, intenzionalmente e in modalità non giudicante”. Jon Kabat-Zinn

Questa capacità di presenza e di consapevolezza ci permette di giungere ad una comprensione del vivere nuova, diretta e inaspettata, che va al di là degli abituali schemi mentali che ognuno di noi ha e con i quali si relaziona costantemente nella vita di tutti di giorni.

 

Il Seminario sarà condotto da Franco Cucchio

Teacher Trainer del Center for Mindfulness UMass

Napoli – Eremo Camaldoli

Da venerdì 9 dicembre (ore 16.00) a domenica 11 dicembre (ore 12.30) 2016

Il seminario proporrà momenti di pratica e riflessione secondo l’esperienza iniziata nel 1979 da Jon Kabat-Zinn e riportata proprio nel suo primo libro “Vivere Momento Per Momento”. Durante questo seminario intensivo verranno coltivate quelle pratiche di mindfulness maggiormente focalizzate sulle capacità di attenzione ed ascolto al nostro mondo interiore, al fine di poter entrare in relazione con gli eventi e la vita stessa, in modo più autentico e pregno di significato. Esse ci offrono la possibilità di abbracciare interamente l’universo delle nostre esperienze riscoprendo quell’umana, naturale, innata capacità di comprensione che si fonda sulla presenza consapevole e sulla gentilezza.
Sono le risorse umane più delicate e sensibili che vengono ad emergere e che possiamo coltivare nel nostro “giardino interiore” quando ci dedichiamo ad accogliere il nostro presente.

PRATICHE DI MINDFULNESS: Durante il corso di questo intensivo, verranno proposte pratiche esperienziali di mindfulness basate su momenti di ascolto e contemplazione sia in movimento sia in fasi di stasi fisica, attraverso il rimanere in contatto con il respiro e l’essere presenti alle esperienze che sorgono Momento Per Momento. Verrà, inoltre, dato spazio alla relazione e al confronto tra i partecipanti, attraverso modalità di dialogo e di ascolto, fondate su specifiche metodiche, a gruppi o dialogiche, e che si configurano quali momenti di vera e propria pratica, volti a sviluppare la capacità di attenzione verso se stessi e verso gli altri. L’intenzione del ritiro è di promuovere momenti in cui poter ritrovare intenzionalmente uno spazio intimo ed intenso, al fine di sviluppare l’attenzione consapevole a se stessi e al fluire dei propri stati mentali ed emozionali e di aprirsi a una dimensione di autentica sensibilità e intima presenza.

FRANCO CUCCHIO: Teacher Trainer del Center for Mindfulness e insegnante certificato MBSR. Ha conseguito l’abilitazione alla formazione degli insegnanti MBSR da parte del CFM Center for Mindfulness in Medicine, Health Care, and Society, University of Massachusetts. Ha completato il Practicum Apprenticeship Program in Mindfulness-Based Stress Reduction dell’Oasis Institute al Center for Mindfulness in Medicine, Health Care, and Society della Medical School University of Massachusetts. Ha partecipato in qualità di co-insegnante al programma MBSR presso la Stress Reduction Clinic del Center for Mindfulness, e come co-docente del programma professionale di formazione per insegnanti MBSR presso l’OASIS Institute.
Co-fondatore del centro buddista Tara Cittamani. Dal 1985 si dedica allo studio e alla pratica delle discipline per lo sviluppo di consapevolezza secondo l’antica tradizione buddhista tibetana dedicandosi, inoltre, alla pratica della tradizione Vipassana.
Coach ICF International Coach Federation. Presidente del Centro per la Mindfulness Motus Mundi.

A CHI E’ RIVOLTO: Questo ritiro è rivolto a tutti coloro che desiderano conoscere e praticare metodi per sviluppare la mindfulness. A coloro che hanno esperienze di pratiche di consapevolezza tradizionali quali meditazione o Yoga, a chi ha partecipato a programmi MBSR o MBIs e a chi ha partecipato a corsi di formazione per insegnanti MBSR o MBIs e a chi opera in ambiti medici, psicologici e nelle relazioni d’aiuto.

NOBILE SILENZIO: Durante l’intensivo verranno proposti alcuni periodi dedicati al silenzio. Il silenzio, o il “ritiro” della parola, è un atto profondo che ci permette di entrare in contatto con una delle più significative risorse umane: l’Ascolto.

ORARI: Il ritiro inizierà venerdì 9 dicembre alle ore 16.00 e terminerà domenica 11 dicembre alle ore 12,30.

QUOTA INTENSIVO: partecipazione al seminario è di € 180.

VITTO E ALLOGGIO: La quota di vitto e alloggio in camera singola è di € 130 e in camera doppia di € 110.

ISCRIZIONI: Per iscriversi inviare via e-mail la propria domanda di partecipazione entro 20 novembre con il proprio nome, cognome e telefono a: info@motusmundi.it
Successivamente alla risposta di conferma della vostra partecipazione, inviare entro 8 giorni un bonifico bancario di € 100,00 a conferma della vostra iscrizione a:
Associazione culturale Motus Mundi, Banca di Credito Cooperativo di Sant’Elena IBAN n° IT 10 L 08843 62340 000000444980 – CAUSALE: INTENSIVO MINDFULNESS Nel caso in cui il bonifico non pervenisse entro i termini indicati, la prenotazione verrà considerata annullata.
Il saldo della quota verrà effettuato al momento della registrazione dell’arrivo all’Eremo Camaldoli. Ricordiamo che il saldo potrà essere effettuato in contanti o con assegno in quanto NON DISPONIAMO di POS per pagamenti elettronici con carte di credito o bancomat

INDICAZIONI: Si consiglia di portarsi un abbigliamento comodo e un cuscino o panchetto da meditazione.

INFORMAZIONI: email: info@motusmundi.it – tel. 340-4859093

DOVE: Il ritiro si terrà l’Eremo SS Salvatore Camaldoli Via Eremo ai Camaldoli, 87 80131 – Napoli (NA). La struttura del 1500 rappresenta un ambiente particolarmente ispirante per la pratica.

 

Compassione e Saggezza

Qualità preziose di compassione e saggezza accompagneranno il ritiro condotto da Rob Nairn. Rob Nairn ha sviluppato un Training in Mindfulness che ci conduce, passo dopo passo, nel viaggio della profonda esperienza dell’essere Consapevoli nel qui e ora, grazie al sostegno della compassione e della saggezza. .

auto compassioneI suoi insegnamenti ci aiutano sia a capire cosa succede nella mente quando pratichiamo sia a lavorare con gli ostacoli alla pratica della meditazione.
In questo ritiro, grazie alla sua straordinaria esperienza nell’ambito di Mindfuness,  Compassione e Saggezza unita alle sue doti comunicative, impareremo i principi e gli strumenti che consentono di sviluppare la Compassione nella vita quotidiana e di realizzare, di conseguenza, una crescita della Saggezza e dell’accettazione nei confronti di noi stessi e degli altri.
Durante il ritiro, che si svolgerà in una residenza situata sulla scogliera di Quercianella (LI), ci saranno momenti dedicati al silenzio e al movimento consapevole.

Rob Nairn

Nato e cresciuto in Zimbabwe, Rob Nairn, già magistrato e professore di criminologia, ha affiancato agli studi di legge e di psicologia l’interesse per la meditazione e le discipline contemplative orientali.
Grazie all’integrazione fra apporti provenienti da ambiti così diversi, può vantare una rara conoscenza della mente umana.
È ideatore del percorso formativo in Mindfulness e leader della Mindfulness Association e del Master Universitario Triennale in Mindfulness all’Università di Aberdeen (Scozia).
Oltre che in Italia, ha tenuto corsi sulla meditazione in centri e università in Africa, Europa e Stati Uniti.
È autore di tre libri di successo che sono stati tradotti in otto lingue: “Che cos’è la meditazione” Ed. Tea, “Mente Adamantina” Ed. Ubaldini, “Vivere, Sognare e Morire” Ed. Ubaldini.

Renato Mazzonetto

Renato Mazzonetto è istruttore di Mindfulness e docente ai Master in Mindfulness Based Therapy per conto di Is.I.Mind, Istituto Italiano per la Mindfulness di Verona, del Centro di Psicologia Clinica di Pescara e dell’Istituto di Scienze Cognitive di Cagliari.
Collabora con vari enti e associazioni in Italia e all’estero per attività di ricerca nel campo della riduzione dello stress in ambito lavorativo.
Dal 2009 affianca Rob Nairn nella conduzione di ritiri e seminari nell’ambito dell’insegnamento di Mindfulness e Compassione.

Associazione Comunità Mindful

Comunità Mindful, con sede a Rosignano M.mo (LI), è un’associazione culturale senza fini di lucro fondata nel 2013 da un gruppo di operatori della salute, e in maggioranza della salute mentale, intenzionati a rispondere al disagio e alla sofferenza incontrati nel loro lavoro professionale anche con modalità inedite basate sulla mobilitazione e il potenziamento
delle risorse interiori delle persone.
L’esperienza diretta di percorsi formativi basati sulla Mindfulness ha permesso loro di verificarne la capacità trasformativa, sperimentando la Consapevolezza quale risorsa efficace per promuovere il benessere e la crescita.
La finalità dell’Associazione è favorire la diffusione della cultura della Mindfulness, attraverso l’organizzazione di corsi, ritiri e incontri esperienziali, ponendo la massima attenzione agli aspetti qualitativi e alla fruibilità di tutte le iniziative.

Casa San Giuseppe è situata in una splendida posizione sulla scogliera di Quercianella, frazione di Livorno separata dalla città dal tratto di costa rocciosa de Il Romito.
In auto
Da Livorno prendere la direzione per Grosseto, dopo pochi chilometri si giunge a Quercianella.
In treno
Destinazione treno QUERCIANELLA o CASTIGLIONCELLO.
Per raggiungere la residenza è possibile usufruire di un servizio navetta accordandosi in anticipo via email con l’Associazione Comunità Mindful.
Vitto e Alloggio
Il costo per l’intero ritiro, che prevede pasti vegetariani, è di 280 euro in camera doppia e di 340 in camera singola.

 

Orari ritiro:
4 maggio 2016
ore 16.00 arrivo e registrazione
ore 17.00 inizio ritiro

8 maggio 2016
ore 14.00 conclusione

Dove
Casa San Giuseppe
Via M. Puccini 68
57128 Quercianella (LI)
Tel. 0586/491060
www.casasangiuseppe.net

Costi
Il costo di partecipazione al ritiro è di 180 euro
Vitto e Alloggio esclusi

Iscrizioni
Per iscrizioni rivolgersi all’indirizzo mail dell’Associazione:
info@comunitamindful.it
Per maggiori informazioni è possibile telefonare al
numero 328/8342074 dalle 20.00 alle 22.00

 

 

Mindfulness Based Stress Reduction Salerno

Primo programma di Mindfulness Based Stress Reduction a Salerno condotto dalla dottoressa Marianna Serio con il patrocinio della Associazione Italiana per la Mindfulness (AIM).

Il corso  di Mindfulness-Based Stress Reduction ( MBSR ) in otto settimane  è un percorso per la riduzione della sofferenza psico-fisica  o stress basato sulla pratica della consapevolezza.

Il programma consiste di 8 sessioni di gruppo settimanali della durata di 2.5 h circa, più un sabato o domenica  ‘intensivo’ (dalle  10 alle 17.30) e una serie di esercizi guidati quotidiani da svolgere a casa tra una sessione  e l’altra, che richiedono l’impegno di circa 45 minuti.

Mindfulness Based Stress Reduction salerno

In Mindfulness Napoli: i benefici della meditazione.

mindfulness gherardo amdaeiLa meditazione ci invita a porre attenzione a piccoli dettagli (parti di noi stessi più celate) tra tanti stimoli cui siamo sempre sollecitati. Queste pagine di Gherardo Amadei ci hanno guidato lo scorso lunedì nell’osservare che questo non è certamente sufficiente.
Talvolta, infatti, potremmo essere così affascinati da ciò che emerge dalla pratica, da non renderci conto che il nostro impegno di consapevolezza non è terminato…se consentiamo, infatti, a noi stessi di andare più in profondità potremmo riconoscere di essere stati vittima di un autoinganno, ossia di scoprire che ciò che abbiamo “visto” è solo frutto di un’illusione.
L’invito, forse, è di essere nel presente liberandoci da costruzioni fantasiose volte ad abbellire o “peggiorare” la nostra esperienza. Spesso ciò che vediamo è solo frutto di ricostruzioni, interpretazioni e analisi poco obbiettive e profondamente legate a rigidi personali schemi mentali.

Questa sera, ci vedremo come sempre alle 20 al Pettirosso per la pratica nei gruppi aperti…speriamo di vedervi numerosi come sempre nonostante la partita!!!!

 

 

 

 

 

Gherardo Amadei

Medico, Psichiatra, Psicoanalista IARPP, Professore Associato presso il Dipartimento di Psicologia della Università degli Studi di Milano-Bicocca. E’ Insegnante certificato del programma MBSR (Mindfulness Based Stress Reduction): ha conseguito la certificazione da parte del CFM Center for Mindfulness in Medicine, Health Care, and Society, University of Massachusetts. È cofondatore dell’associazione Tempomindfulness

napoli meditazione mindfulness

meditazione napoli

In Mindfulness Napoli: “I due grandi lupi dentro di noi”

“I Due Grandi Lupi dentro di noi!!!!” è stata una delle letture di lunedì scorso nei gruppi aperti di “In mindfulness Napoli”…ma quanti altri lupi sono in noi????
La pratica ci consente di offrire il giusto rifugio e cura ad ogni parte di noi, e talvolta il gruppo rappresenta un importante sostegno e stimolo nelle nostre ricerche!

Una vecchia leggenda racconta che, un giorno, il capo di un grande villaggio decise che era arrivato il momento di insegnare al nipote cosa fosse la vita.

Nipote mio, si combatte una lotta incessante nella mente e nel cuore di ogni essere umano. Se non ne conosci l’esistenza, ti spaventerai e non saprai mai quale direzione prendere; magari, qualche volta nella vita, vincerai, ma poi, senza capirne il perché, all’improvviso ti ritroverai perso, confuso e in preda alla paura, e rischierai di perdere tutto quello che hai faticato tanto a conquistare.
Crederai di fare le scelte giuste per poi scoprire che erano sbagliate.
Se non comprendi le forze del bene e del male, vivrai sempre in grande tumulto.

È come se ci fossero due grandi lupi che vivono dentro di noi: uno bianco e l’altro nero.

Il lupo bianco è buono, gentile e innocuo; vive in armonia con tutto ciò che lo circonda e non arreca offesa quando non lo si offende. Il lupo buono combatte solo quando è necessario e quando deve proteggere se stesso e la sua famiglia, e anche in questo caso lo fa nel modo giusto; sta molto attento a tutti gli altri lupi del suo branco e non devia mai dalla proprilupi dentro di noi mindfulness napolia natura.

Ma c’è anche un lupo nero che vive in noi, ed è molto diverso: è rumoroso, arrabbiato, scontento e geloso. Le più piccole cose gli provocano accessi di rabbia; litiga con chiunque, continuamente, senza ragione. Non riesce a pensare con chiarezza poiché avidità, rabbia e odio sono troppo grandi in lui.
Quel lupo cerca guai ovunque vada, perciò li trova facilmente; non si fida di nessuno, quindi non ha veri amici.

A volte è difficile convivere con questi due lupi, perché entrambi lottano strenuamente per dominare la nostra anima.”

“Quale dei due lupi vince, nonno?” chiede il nipote.

Tutti e due.
Vedi, se scelgo di nutrire solo il lupo bianco, quello nero mi aspetta al varco per approfittare di qualche momento di squilibrio, e attaccherà il lupo bianco, provocando così molti problemi; sarà sempre arrabbiato e in lotta per ottenere l’attenzione che pretende.
Ma se gli presto un po’ di attenzione perché capisco la sua natura, se ne riconosco la potente forza e gli faccio sapere che lo rispetto per il suo carattere, lui sarà felice e anche il lupo bianco sarà felice, ed entrambi vinceranno. E tutti noi vinceremo.

Confuso, il ragazzo chiede: “Non capisco, nonno, come possono vincere entrambi?”

Il capo continua:

Vedi, il lupo nero ha molte importanti qualità di cui posso aver bisogno in certe circostanze: è temerario, determinato e non cede mai; è intelligente, astuto e ha sensi molto acuti e affinati, che soltanto chi guarda con gli occhi delle tenebre può valorizzare. Nel caso di un attacco, può essere il nostro miglior alleato.

Poi il capo tira fuori due pezzi di carne e li getta a terra, uno a sinistra e uno a destra. Li indica e dice:

Qui alla mia sinistra c’è il cibo per il lupo bianco, e alla mia destra il cibo per il lupo nero. Se scelgo di nutrirli entrambi, non lotteranno mai per attirare la mia attenzione e potrò usare ognuno nel modo che mi è necessario. E, dal momento che non ci sarà guerra tra i due, potrò ascoltare la voce della mia coscienza più profonda e scegliere quale dei due potrà aiutarmi meglio in ogni circostanza.Mindfulness napoli - storia zen lupo bianco e nero

Se capisci che ci sono due grandi forze dentro di te e le consideri con uguale rispetto, saranno entrambi vincenti e convivranno in pace; e la pace, nipote mio, è il fine ultimo della vita. Un uomo che ottiene la pace interiore ha tutto; un uomo che è lacerato dalla guerra che si combatte dentro di lui, è niente.

http://tempodiagire.altervista.org/nutri-i-due-grandi-lupi…/